Il B&B Villa BellaVista ha il piacere di accogliervi nella sua meravigliosa location che domina il Golfo di Trieste.

A completare l’incantevole vista, un ambiente tranquillo, moderno e confortevole dove rilassarsi nella quiete della natura, assaporare un’ottima colazione e gustare il piacere di essere ospitati con tutte le comodità della propria casa.

Villa BellaVista si trova in una delle località più spettacolari e mozzafiato di Trieste, sulla collina ma  a soli 5 minuti dal centro città.

Rifugio perfetto per single, coppie e viaggiatori d’affari che cercano pace e privacy per il loro soggiorno, i miei ospiti hanno a disposizione un intero piano della Villa con stanze appena rinnovate dotate di bagno privato e connessione wi-fi, sala per la prima colazione con terrazza panoramica e patio con un curatissimo giardino.

In posizione suggestiva la piscina esterna (il cui accesso è determinato dalle condizioni meteorologiche) con sedie a sdraio, doccia solare e teli-piscina sono a libera disposizione.

Ci tengo a sottolineare che per la disinfezione dell’acqua non vengono usati prodotti chimici ma un processo di elettrolisi per la trasformazione del sale in cloro.

Dotato di ingresso indipendente, il B&B ha parcheggio recintato.

Gli amanti della bicicletta hanno a disposizione uno spazio chiuso al coperto dove poter lasciare i propri mezzi.

Gli amici a quattro zampe sono ben accetti.

A causa della strutturazione in pastini, la Villa non è adatta a bambini.

Situata in una zona residenziale è richiesto il rispetto per la tranquillità.

Si parla italiano, sloveno, croato e inglese.

Un po’ di storia

La Villa, progettata dall’architetto Andrea Kriznic, è stata costruita nel 2003 su un terreno acquistato da mia madre nel lontano 1960. All’epoca, la zona costituiva il luogo in cui venivano scaricati detriti e ammassati i materiali di scarto della limitrofa cava di arenaria di proprietà di mio bisnonno: una cava da cui venivano estratti i masegni, le grandi pietre da costruzione caratteristiche di molti edifici che ancora oggi si possono ammirare nel Borgo Teresiano di Trieste o in alcune pavimentazioni stradali della nostra città.

Le varietà di arenaria del territorio carsico presentano colori bellissimi che vanno dal grigio/azzurro a diverse sfumature di marrone dovute all’ossidazione del ferro contenuto in essa.

Per mantenere un saldo legame con la tradizione e l’armonia con il paesaggio circostante, senza rinunciare all’essenzialità di un design moderno, la Villa presenta rifiniture di altissimo pregio in inox, legno e in quella pietra arenaria che io amo tantissimo.

Gli innovativi sistemi di edificazione e i principi costruttivi scelti dall’arch. Kriznic, hanno permesso di realizzare quest’opera rispettando le naturali amenità del territorio (terrazze e dirupi) e consentendo di ottenere riparo dalla bora in inverno, il tipico vento che sferza Trieste con le sue raffiche, e dall’eccessiva calura estiva.

Nel 2016 ho deciso di adibire una parte della mia casa, la Villa, a rifugio per coloro che vogliono rilassarsi in una vacanza da sogno.

Camere

Cosa dicono di noi…..
Villa BellaVista è un piccolo paradiso, dove l’energia la fa da padrona….

Le camere, da poco rinnovate con particolare attenzione ai dettagli, sono caratterizzate ciascuna da un colore dominante che viene ripreso con elegante coerenza nelle finiture e negli accessori. Le scelte degli arredi donano ad ognuna un raffinato carattere distintivo.

Gli ambienti godono di una climatizzazione fresca naturale grazie alla sapiente applicazione dei principi costruttivi, alla cura nella scelta dei materiali per i rivestimenti e alla valorizzazione dei fattori climatici quali la brezza estiva presente in collina. Sono altresì tutti forniti di un efficace sistema di ventilazione per recare comfort durante le giornate particolarmente calde e adeguati impianti per il riscaldamento invernale.

Ogni stanza è dotata di un bagno privato corredato di tutto il necessario per la cura del corpo e di connessione internet wi-fi gratuita.

OASI BLU

Questa camera nelle tonalità rilassanti del blu ha una portafinestra per l’accesso diretto al giardino con vista sul golfo ed è corredata da un letto matrimoniale più un divano-letto; il bagno privato si trova all’interno della camera.

OASI GRIGIA

Questa camera nelle tranquille tonalità del grigio ha una portafinestra per l’accesso diretto al giardino con vista sul golfo ed è corredata da un letto matrimoniale più un divano-letto; il bagno privato si trova all’esterno della camera.

Cosa Fare – I dintorni

QUALCHE SPUNTO PER UNA VACANZA INDIMENTCABILE

Il B&B BellaVista offre la possibilità di trascorrere una vacanza all’insegna del relax nell’incantesimo di un panorama emozionante immersi nella placida indolenza di una comoda sdraio o nell’allegro sciabordio

della piscina.

Grazie alla sua ubicazione in un punto strategico, è possibile raggiungere in poco tempo la città, il mare, il Carso, la Slovenia, la Croazia e la zona vitivinicola del Collio goriziano ove vengono prodotti pregiatissimi vini bianchi.

Saremo ben felici di aiutarvi nell’organizzare escursioni, tour marittimi ed enogastronomici.

…UN TUFFO NELLA NATURA

Gli amanti del trekking potranno scoprire le meravigliose passeggiate lungo i numerosi sentieri del Carso come il Burgstaller, a pochi passi dalla Villa.

Le oasi naturalistiche peculiari del territorio, dalle falesie alle doline, dalle grotte carsiche all’area marina protetta, dai boschi ai ghiaioni e fino alla cascata con le sue forre, sapranno affascinare chiunque nella loro eterogeneità.

Anche gli appassionati delle ruote grasse troveranno nervosi single-track e salite impegnative dove potersi divertire con la loro MTB.

E per chi ama i cavalli vi è la possibilità di cavalcare negli splendidi boschi del Carso.

Affascinanti immersioni subacquee nella Riserva marina e intense regate veliche vi attendono nella città della Barcolana.

Non mancano nei dintorni sedi termali in cui assaporare i benefici di saune e acque curative nonché lasciarsi coccolare con massaggi e trattamenti di bellezza.

…ESPLORANDO LA CULTURA

Il susseguirsi delle epoche storiche con la loro influenza nel panorama delle arti, delle tradizioni e dello stesso ambito demografico, ben si evidenzia nella città di Trieste: si può far conoscenza con Antonio e Bruno, i due enormi adrosauri primi abitanti della zona, andare alla ricerca delle tracce dell’antica Roma o trovarsi immersi nel Medioevo, vivere la straziante storia di Carlotta e Massimiliano d’Austria al Castello di Miramare e scoprire la notevole influenza dell’Impero Austroungarico nelle diverse sfaccettature della quotidianità, scorgere le trincee della Grande Guerra e appurare l’ingerenza del Ventennio nel luogo ove sono state proclamate le Leggi Razziali.

L’ambito architettonico elargirà piacevoli sorprese grazie al composito scenario stilistico che imperversa irruente nelle vie cittadine ove si incontrano ornamenti liberty, bifore, colorate facciate romantiche, imponenti palazzi neoclassici e monumentali edifici eclettici. A completare il tutto si possono scorgere templi dalle linee singolari per ogni tipo di culto per le diverse comunità religiose presenti a testimonianza di una multietnicità pacificamente diffusa.

Capitale Europea della Scienza per l’anno 2020 grazie al prestigioso Centro Internazionale di Fisica Teorica che ospita migliaia di scienziati da tutto il mondo e all’AREA Science Park si può effettuare una visita inusuale presso Elettra il Sincrotrone di Trieste.

Un’attenzione particolare merita il Teatro  “Giuseppe Verdi” nella cui scenografica Sala Grande in oro e rosso si alza il sipario su opere liriche e concerti sinfonici di raffinata qualità.

…NEL SENSO DEL GUSTO

Meta preferita da Joice, Svevo e Saba per i suoi “caffè letterari” come gli storici Caffè degli Specchi, Tommaseo e San Marco, ove gustare il famoso “Nero in B” e le sue molteplici tipiche varianti triestine, la città è nota a pieno titolo come Capitale del Caffè per la sua egemonia nei commerci delle varie miscele di altissima qualità.

I numerosi ristoranti e trattorie saranno in grado di soddisfare ogni tipo di palato con una cucina variegata che sapientemente si lascia contaminare dalle influenze slave ed austroungariche e le varie Osmize e Gostilne disseminate sul Carso offriranno un ristoro rustico e saporito con la loro esemplare accoglienza casalinga.

Tipici primi piatti sono la jota, la zuppa de bobici e gli gnocchi de susini, seguono secondi di pesce come i sardoni in savor, o i pedoci ala scotadeo e di carne in cui spiccano i cevapcici o la calandraca, a concludere lo strucolo, il presnitz o la pinza pasquale; il tutto innaffiato dalla Vitovska o dal vin Terrano. E per chi ha fretta un panino col cotto caldo e kren!

Buon Appetito.

 

Qualche suggerimento sugli itinerari:

regione.fvg.it

discovertrieste.it

carsonature.wordpress.com

ciclonotes.it

itinerari.comune.trieste.it

percorsiprovinciats.it lista itinerari

percorsiprovinciats.it lista tematiche

elettra.trieste.it